Come verniciare il legno già verniciato. Una vita nuova per i nostri mobili

28 aprile 2017

Come fare a verniciare il legno già verniciato, trasformando, rivoluzionando e regalando una nuova vita ai nostri mobili in legno

Del resto gli appassionati del “fai da te” hanno la straordinaria capacità di trasformare la propria casa, il giardino o la terrazza senza necessariamente dover cambiare arredamento, ma intervenendo su di esso.

Con l’aiuto delle vernici per il legno Rio Verde, vedremo quindi cosa dobbiamo fare per verniciare il legno già verniciato ottenendo il migliore dei risultati possibili.

Come preparare il legno alla verniciatura

Perché il legno possa essere verniciato in modo efficace, deve essere adeguatamente preparato, sia nel caso di superfici mai trattate, sia quando ci apprestiamo a verniciare il legno già verniciato.

Prima di tutto la superficie lignea dovrà essere pulita, asciutta e ben levigata; ma se si tratta di un legno già verniciato sarà importante valutarne le condizioni.

Per rimuovere la vernice già presente si possono utilizzare diversi metodi. Evitiamo il più tradizionale, che vorrebbe il legno trattato con la soda caustica, una sostanza aggressiva e pericolosa tanto per chi la usa quanto per la superficie che la riceve.

L’impiego di uno sverniciatore chimico è una buona soluzione. Facilmente reperibile, richiede la giusta cautela nell’utilizzo ma permette di rimuovere dal legno ogni traccia di vernice precedente. Lo sverniciatore chimico è probabilmente più consigliato nei casi in cui le superfici sono già verniciate e non in buone condizioni. Può essere applicato a pennello o con una spatola, a seconda della tipologia, e quindi rimosso con un raschietto dopo il tempo di posa.

Un altro metodo prevede l’impiego della pistola termica, che grazie a un getto di aria calda indebolisce la vernice fino a renderla facilmente asportabile con un raschietto.

Un’altra possibilità prima di verniciare il legno già verniciato, prevede la rimozione dello strato di vernice in superficie con una meticolosa operazione di carteggiatura. Utilizzando una carta vetrata inizialmente di grandezza media, per passare nella rifinitura a una carta fine: con un po’ di pazienza e una discreta sensibilità nel modulare la decisione dei movimenti si possono ottenere ottimi risultati.

Una volta terminata la sverniciatura, è importante procedere a un’attenta operazione di pulizia. Se è stato impiegato uno sverniciatore, procedere con la levigatura per consentire il successivo ancoraggio della vernice.

 A proposito di carteggiatura del legno

verniciare il legno già verniciato

Carteggiatura del legno

Come abbiamo visto insieme in più occasioni, la carteggiatura del legno si esegue sempre assecondandone la venatura naturale. Questa operazione ci permette di riportare il legno al grezzo apprezzandone a pieno l’intensità delle venature naturali, ma non solo: specialmente quando dobbiamo verniciare il legno già verniciato consente di riportare la superficie lignea nella condizione più adeguata per trattenere il nuovo strato di vernice; inoltre, grazie alla levigatura, assicura la migliore resa anche in termini estetici.

Quale carta abrasiva utilizzare dipende dalla tipologia di intervento da eseguire e dalla superficie che dobbiamo trattare. Certamente l’esito della successiva operazione di verniciatura dipenderà anche da come abbiamo carteggiato la superficie del legno.

Come verniciare il legno già verniciato

Riportato dunque al grezzo il nostro mobile, procediamo a verniciare il legno già verniciato avendo cura di scegliere il prodotto più adeguato a seconda della destinazione del mobile.

Prima di ogni cosa assicuriamoci che il legno non richieda qualche intervento più approfondito di manutenzione. A tal proposito vi ricordiamo che Rio Verde con la linea dei “prodotti ausiliari è in grado di fornirvi il sostegno necessario a qualsiasi intervento di cura e ripristino. Dall’antitarlo al restaurainfissi, dal fondo rinnovalegno all’eliminagrigio, avete un’ampia gamma di prodotti a vostra completa disposizione.

Ma torniamo a noi e valutiamo con quale prodotto procedere alla verniciatura.

Per le superfici esposte alle minacce atmosferiche di un’ubicazione esterna, indubbiamente l’impiego di un impregnante all’acqua della linea Rio Verde assicura la massima protezione contro pioggia, vento, grandine, umidità e irraggiamento solare. L’ulteriore componente protettiva nella formulazione, consente di preservare il legno anche dagli attacchi di funghi e microorganismi.

L’elevata capacità di penetrazione dell’impregnante all’acqua Rio Verde e l’adattabilità alla naturale evoluzione della fibra del legno, lo rendono un prodotto di grande affidabilità, a maggior ragione fondamentale se desideriamo tornare a verniciare legno già verniciato e sottoposto per questo a trattamenti stressanti per la fibra.

verniciare il legno già verniciato

Riverniciare il legno con le vernici Rio Verde

In combinato con gli impregnanti possono essere impiegate le finiture per esterno all’acqua, se desiderate rimanere su tonalità vicine al colore naturale del legno.

Se invece desiderate spaziare nella fantasia del colore, gli smalti all’acqua, nella versione semilucida o satinata, vi consentiranno la massima libertà d’espressione.

Se invece torniamo a verniciare legno già verniciato da collocare al coperto, con le finiture per interno Rio Verde avrete la soluzione più efficace in termini di resa estetica, resistenza a graffi, urti e abrasioni, senza contare la sicurezza di un prodotto rispettoso dell’ambiente e della vostra salute.

No comment so far