Vernici per il legno, qualità e rispetto per l’ambiente: come nasce Rio Verde

18 aprile 2017

Il massimo delle vernici per il legno al minimo impatto, la storia della linea Rio Verde

Oggi nel nostro blog ci prendiamo qualche minuto per raccontare la storia della linea di vernici per il legno Rio Verde, perché in fin dei conti in questo spazio che consideriamo un luogo d’incontro con gli utenti, ha senso raccontarsi e far conoscere una seppur piccola parte di quanto sta dietro i prodotti di cui parliamo sempre.

Le vernici per il legno Rio Verde sono prodotte da Renner Italia, la cui sede si trova a Minerbio, una cittadina in provincia di Bologna.

Una delle caratteristiche peculiari di Renner è la forte vena ambientalista, una componente che ne ha caratterizzato le scelte fin dalle fasi iniziali della sua attività e che ad oggi, in un momento di grande lancio e conferme nel settore delle vernici industriali, è più che mai salda e determinante.

Renner nasce nel 2004 su iniziativa di Lindo Aldrovandi, che dopo essere stato “congedato” dal ruolo di Amministratore Delegato da una grande azienda nel settore vernici, riesce in pochi mesi a creare un gruppo di lavoro di fidati collaboratori per fondare una nuova impresa specializzata nella produzione di vernici per il legno.

vernici per il legno

Uno scatto tratto all’interno della produzione Renner Italia

Oggi è di circa 50.000 mq l’area sul territorio bolognese adibita alle produzioni Renner, 270 gli impiegati, 46 i chimici di laboratorio, 2.000 le formule prodotte e 60 i paesi del mondo raggiunti. La Renner Italia entra a pieno titolo fra i grandi produttori internazionali di vernici per il legno e si distingue per l’impegno nella ricerca e l’eccellenza delle formulazioni chimiche.

Gli impianti Renner Italia sul territorio bolognese sono stati realizzati per seguire l’evoluzione del mercato nella crescita progressiva della domanda di vernici all’acqua, oltre che per soddisfare interamente la richiesta di vernici poliuretaniche. I macchinari e le apparecchiature degli stabilimenti sono convertibili, sono dunque già predisposti per assecondare l’evoluzione della produzione in relazione alla domanda.

Un operatore del reparto confezionamento Renner Italia

Un operatore del reparto confezionamento Renner Italia

Fiore all’occhiello della compagine appena descritta, la divisione Ricerca e Sviluppo, formata da 46 chimici, che con l’ausilio delle più moderne tecnologie di laboratorio, porta avanti un intenso programma di ricerca, studio e sperimentazione, al fine di ottenere formulazioni innovative ed ecosostenibili. In questi laboratori, negli ultimi dieci anni, l’azienda ha portato avanti batterie di test sulla durabilità delle vernici all’acqua, esperimenti che hanno permesso la messa a punto di formule sempre più efficienti e il raggiungimento di certificazioni importanti.

Le tematiche ambientali rilanciate per la loro urgenza dalla normativa europea e internazionale, sempre più incisiva in materia, sono le sfide che l’azienda ha affrontato fin dalla nascita e che oggi più che mai valorizzano l’impegno nella messa a punto di prodotti ad altissima resa sia in termini qualitativi, sia in termini di requisiti ambientali.

Ma le buone pratiche ambientali non coinvolgono solo la produzione delle vernici per il legno, ma tornano nei quotidiani processi lavorativi di un’azienda che incentiva e premia i dipendenti, sensibilizzandoli a una condotta volta a ridurre gli sprechi e il dispendio energetico. Dal 2012, ad esempio, il 50% del risparmio energetico maturato nel corso dell’anno finisce nelle buste paga dei lavoratori, mentre dal 2014 gli impianti produttivi di Renner Italia sono alimentati da energia proveniente solo da fonti rinnovabili.

Nell’esperienza di un’azienda come Renner, il messaggio principale è il rispetto per la vita, l’ambiente e le persone, come impegno coerente con le prerogative imprenditoriali e capace di trasformarle in un progetto collettivo.

Con una produzione interamente italiana, concentrata negli stabilimenti di Minerbio, quest’azienda ha proposto con forza un modello di produttività incentrata sull’impegno, la precisione e il rispetto del lavoro di ognuno. Ha fatto della valorizzazione dei propri dipendenti una pratica quotidiana, curando le proprie persone e chiedendo alle proprie persone di curare la propria azienda.

La produttività assume in questo senso un significato più ampio: è un obiettivo indispensabile per ciascuno ed è l’espressione dell’impegno di tutti.

Profondamente radicata nel proprio territorio, Renner ha sempre agito per promuoverne la valorizzazione, dalla creazione di posti di lavoro, agli investimenti costanti per assicurare apparati produttivi in grado di salvaguardare le risorse naturali, fino alla promozione di iniziative a sostegno di progetti socialmente rilevanti.

Un esempio fra tutti è “la Buona Vernice” l’iniziativa attraverso la quale Renner Italia premia con una donazione di 35.000,00 Euro, dieci progetti promossi da organizzazioni no-profit impegnate sul territorio nazionale. Scelti dalla community i progetti fra i quali viene ripartita la donazione sono le iniziative più votate nell’ambito di progetti volti alla promozione culturale, all’assistenza, alla solidarietà e alla diffusione dello sport.

Un’azienda proiettata al futuro, profondamente convinta che esperienza, creatività e innovazione siano una miscela esplosiva in grado di regalare grandi sorprese. Guidata da un forte impegno morale formalizzato nel “codice etico” di cui si è dotata, Renner è capace di raccogliere nuove sfide senza tradire se stessa.

Da questa storia e da questi intenti nasce la linea Rio Verde, che mutua le eccellenti prestazioni delle formulazioni studiate per le vernici per il legno industriali, trasferendole al mondo degli appassionati di bricolage.

Con una linea ecocompatibile, sicura, professionale nella resa e di facile utilizzo anche per i meno esperti, Rio Verde parla al mondo del “fai da te” e condivide la propria idea del mondo con tutti coloro che ogni giorno la scelgono.

No comment so far