Vernice per legno Rio Verde

La vernice per legno Renner Italia riempie di colore le nostre vite. È irrinunciabile. La vernice per legno del marchio Rio Verde, specialmente la vernice all’acqua, nasce non solo per impreziosire gli ambienti che viviamo, ma anche per preservare la salubrità dell’aria e la salute dell’uomo. L’acqua è elemento dominante. La stessa acqua senza la quale la natura non esisterebbe.

Ma le vernici all’acqua di Rio Verde consentono anche di accostarsi alla natura del legno con rispetto e stupore, custodendolo gelosamente e senza alterarne i connotati.

Vernice per legno, classificazione

La vernice per legno può essere classificata innanzitutto in base alla formulazione e in base al supporto su cui viene applicata.

Vernice per legno, classificazione per formulazione

  • Vernice per legno a base acqua
  • Vernice per legno a base solvente

Vernice per legno, classificazione per supporto

  • Vernicieper legno per interno (arredo, parquet, pavimentazioni, scale, travi sottotetto, etc.)
  • Vernice per legno per esterno (infissi, rivestimenti, arredo da giardino)

I prodotti vernicianti vengono classificati anche dal Legislatore. Le normative che disciplinano la materia sono

  • la EN 971 (Pitture e vernici. Termini e definizioni per i prodotti vernicianti. Termini generali)
  • la ISO 4617 (Pitture e vernici. Elenco dei termini equivalenti)
  • la ISO 4618 Pitture e vernici. Termini e definizioni)

Per approfondire, accedi alla Classificazione internazionale dei prodotti e dei servizi del Ministero dello Sviluppo Economico

Classificare in maniera precisa ed esaustiva un prodotto verniciante significa utilizzare più termini che definiscano le principali caratteristiche. È per questo motivo che vengono impiegati differenti parametri di classificazione. L’obiettivo è quello di garantire all’utilizzatore/consumatore una precisa e dettagliata nomenclatura. Anche perché gli utilizzatori/consumatori sono spesso assai differenti tra loro e hanno esigenze specifiche e talvolta perfino distanti le une dalle altre (es. transazioni commerciali, rispetto del complesso quadro normativo in materia ambientale, adesione alle tendenze del design, adeguamento alle norme di sicurezza, etc.)

Un criterio di classificazione delle vernici per legno può prevalere su un altro in base al contesto. Ma come anticipato ne esistono due che esprimono le informazioni principali dei prodotti vernicianti. Per formulazione: vernici ad acqua e vernici a solvente; per supporto: vernici per interno e vernici per esterno, a loro volta distinte in vernici all’acqua per interno, vernici a solvente per interno e vernici all’acqua per esterno e vernici a solvente per esterno. Questo criterio può essere definito anche criterio tecnologico, poiché si basa sul veicolo/mezzo nel quale il prodotto è sciolto o disperso. Generalmente a questo tipo di classificazione si accompagna anche la specifica: vernice ad alto solido o a basso solido. Il quadro tecnologico si completa quando si indica l’eventuale necessità di miscelazione di più componenti (es. diluizione con acqua, catalizzazione, pronto all’uso, etc.) e il tipo di essiccazione (naturale, in forno, UV, etc.).

La vernice per legno è un prodotto molto complesso. Spesso la complessità della sua ricetta non si percepisce. Invece è una chimica molto sofisticata.

Per cercare di dirimere la matassa, un barattolo di vernice per legno immesso sul mercato si accompagna sempre alla scheda tecnica che contiene decine di informazioni.

È importante inoltre specificare che la classificazione delle pitture

  • se redatta in base al legante della vernice, pone l’accento su quello che caratterizza il prodotto, ovvero, quando si parla di miscele, su quello presente in maggiore quantità
  • se redatta in base ad aspetti cosiddetti applicativi, pone l’accento sullo strumento (vernice a pennello, vernice a spruzzo, vernice a spugna, vernice a straccio) con cui la vernice viene applicata sul legno
  • se redatta in base ad aspetti estetici, pone l’accento sul risultato alla vista e al tatto (vernice effetto cera, vernice mordenzata, vernice trasparente, vernice laccata, vernice pigmentata, smalto, vernice metallizzata, vernice cangiante, vernice effetto naturale, vernice fluò, vernice iridiscente, vernice opaca, vernice brillante)
Olio naturale per arredo

Olio naturale per arredo

A volte, una particolare informazione e il valore aggiunto di una vernice possono essere utili al fine di specificare una caratteristica che differenzia o contraddistingue il prodotto stesso (es. prodotto non ingiallente).

Vernice per legno, tipologie

La norma europea EN 971 prova a dare una definizione di prodotto verniciante. È tale ciò che forma una pellicola solida sulla superficie su cui è applicato per scopi protettivi, decorativi o specifici.

Per quanto riguarda la finitura del legno, è impossibile che un’unica soluzione racchiuda in sé tutte le proprietà che si desiderano conferire a un supporto. Vernice per legno è dunque un prodotto chimico che «concorre alla formazione di una pellicola solida, continua o discontinua, sulla superficie su cui è applicato per scopi protettivi, decorativi o specifici». Ciò posto, possiamo raggruppare le tipologie di prodotto verniciante in tre famiglie a loro volta distinguibili in sottocategorie:

  • prodotto non filmanti
  • prodotti filmanti
  • prodotti speciali

Entriamo nel merito.

Prodotti non filmanti

Vernice per legno – Tinte

Le tinte sono coloranti per interni che vengono generalmente stesi come primo trattamento al legno grezzo. Le tinte hanno la funzione di attribuire al legno le colorazioni desiderate lasciando intravedere le venature. Le tinte sono soprattutto impiegate per decorare legni chiari. In questi casi, molto comuni a dirla tutta, le tinte assolvono il compito di avvicinare la percezione dei legni chiari a quella dei legni scuri e più pregiati.  Talvolta la funzione delle tinte è quella di omogeneizzare l’estetica di legni che partono da colorazioni differenti. Le tinte sono costituite da soluzioni o dispersioni di sostanze coloranti, in solventi o in acqua. Le concentrazioni e di conseguenza le viscosità sono molto basse. Per quanto riguarda il veicolo in cui i coloranti sono sciolti o dispersi – acqua o solventi organici – occorre analizzare alcuni aspetti.

  • L’acqua tende a gonfiarne le fibre. Per questo nelle tinte a base acqua è presente un legante che limita l’idro-assorbimento del legno.
  • L’assorbimento è il fenomeno fisico su cui è principalmente basata l’applicazione delle tinte. Per questo, applicare questi prodotti è molto semplice. Nella verniciatura industriale si pratica l’immersione, specialmente con le tinte a base acqua.
  • Sovraverniciatura. L’applicazione di un altro prodotto sul legno tinto non deve sciogliere il colorante presente per evitare inestetismi.
  • Le tinte a base acqua sono sempre da preferire per la tutela dell’ambiente.  In una tinta, sia essa formulata a base acqua o solvente, il veicolo (la parte liquida) rappresenta circa il 90% del peso totale del prodotto.

Vernice per legno – Mordenti (o mordenzanti)

Il termine mordente (spesso usato come sinonimo di vernice trasparente) deriva da mordère nel senso di tenere stretto, fermo, saldo. Nella tintura si chiama mordente il legame tra il colorante e il tessuto. Nella verniciatura del legno sono mordenti (o mordenzate) le semplici tinte a base di coloranti sciolti in acqua.

Vernice per legno – Impregnanti per esterno

Etimologicamente è impregnante la sostanza che riempie,  fa pregno, imbeve.  Nella verniciatura per il legno si indicano specificamente vernici per esterno (finestre, persiane, scuri, etc.). Questa categoria di prodotti si utilizza soprattutto nel caso dei serramenti che devono essere isolati il più possibile dall’assorbimento dell’umidità. All’impregnante si accompagna quasi sempre l’applicazione del prodotto di finitura. Tra l’impregnante e la finitura spesso si applicano anche una o più mani di fondo o di intermedio.

Gli impregnanti vantano basso residuo secco (<20%). Se gli impregnanti contengono biocidi, preservano il legno dall’aggressione di microrganismi come funghi e muffe. In tal caso si definiscono impregnanti – preservanti del legno.

Nella vasta gamma Rio Verde esistono sia impregnanti completamente trasparenti, sia impregnanti contenenti pigmenti che, oltre colorare il legno, lo schermano dalle radiazioni UV. Gli impregnanti Rio Verde, specialmente gli impregnanti all’acqua, possono essere impiegati senza successiva applicazione della finitura all’acqua. Anche se, per la migliore protezione del legno in esterno, la finitura è sempre consigliata.

Scegli l’impregnante che fa al caso tuo:

RM1010 Impregnante all'acqua per Legno Trasparente

Impregnante all’acqua per Legno Trasparente

Prodotti filmanti

Vernici e pitture: il gergo delle finiture per legno

Verniciare è arte e tecnica. E come in tutte le arti e in tutte le tecniche, il gergo può giocare un ruolo assai singolare.

  • In gergo viene impropriamente definito “vernice” il prodotto verniciante di finitura trasparente. Il prodotto, cioè, che applicato sulla superficie lignea forma un film continuo o discontinuo trasparente (per dirla con la definizione di legge). La vernice/finitura può presentare una leggera colorazione che lascia comunque intravedere la venatura del legno.
  • In gergo viene impropriamente definito “pittura” il prodotto verniciante di finitura pigmentata coprente. Il prodotto, cioè, che cela completamente il supporto ligneo, non lasciando intravedere la venatura per via del suo alto residuo. Le pitture sono definite in maniera più ortodossa smalti, pigmentati o laccati.

Il termine “lacca” deriva da “gommalacca” per associazione di idee con il prezioso pigmento che da essa si estraeva. In passato le pitture laccate erano sinonimo di vernici lucide. Ormai la terminologia “vernice laccata” è comunemente accettata sinonimo di smalto, a prescindere dal grado di opacità e brillantezza.

Il termine “smalto” era originariamente impiegato per significare  una vernice dalla pellicola decisamente liscia, dura e lucida. Smalto in effetti è una parola che strizza l’occhio al mondo delle ceramiche. Si tratta di un rivestimento vetroso ottenuto per fusione di sostanze inorganiche su un supporto ceramico (o metallico).

Scegli lo smalto all’acqua che fa al caso tuo:

RL6360 Smalto all'acqua Brillante Universale per legno Giallo Zinco

Smalto all’acqua Brillante Universale per legno Giallo Zinco

Fondi

I fondi all’acqua Rio Verde sono vernici che preparano il legno alla stesura della finitura. Uniformano la superficie e per questo vengono anche definiti intermedi. Siccome servono da riempitivo, vengono applicati nella quantità di mani che il supporto necessita. I fondi intermedi Rio Verde essiccano velocemente e sono facilissimi da carteggiare. Nella linea di vernici Rio Verde sono presenti solo fondi all’acqua per mobili perché l’applicazione di impregnanti, finiture e smalti da esterno è sufficiente a ottenere l’effetto estetico desiderato. Il fondo garantisce ottima adesione dell’intera pellicola al legno e contrasta il  trasudamento in superficie delle resine.

Scegli il fondo che fa al caso tuo:

La Finitura all'acqua RP4160 è una vernice per legno lucida trasparente

La Finitura all’acqua RP4160 è una vernice per legno lucida trasparente

Finiture

Le finiture sono le vernici che stanno più in superficie. Rappresentano cioè l’ultima mano del ciclo di verniciatura. Alle finiture sono richieste, pertanto, le cifre estetiche e le resistenze chimico-fisiche necessarie. Tra queste ultime l’elasticità è senza dubbio rilevante al fine di contrastare rotture della pellicola.

  • Finiture per interni. Nella gamma Rio Verde sono naturalmente presenti esclusivamente finiture per interno a base acqua. Ciò è dovuto all’attenzione rivolta alla salute. Indoor è importante che le emissioni siano pulite. Le finiture all’acqua della linea Rio Verde sono esteticamente apprezzabili, soffici al tatto, resistenti ad abrasioni e graffi.

Scegli la finitura per interni che fa al caso tuo

RP 1160 Fondo Finitura all' acqua per parquet Semilucida

La Finitura all’acqua RP1160 è una vernice per legno di parquet semilucida

  • Finiture per esterni. Anche le finiture per esterno devono offrire grandi prestazioni in termini di elasticità. Il legno è infatti materiale vivo: si gonfia e si restringe in funzione dell’umidità e delle temperature. Pertanto, le finiture devono assecondare questi momenti, facendo respirare il supporto ligneo. Le finiture all’acqua della gamma Rio Verde sono formulate su un impianto di resine acriliche. Tali materie prime evidenziano pesi molecolari elevati per favorire l’evaporazione. Le resine acriliche mantengono nel tempo elevati coefficienti di elasticità. Le finiture basate su resine alchidiche, invece, si segnalano per l’indurimento chimico che può determinare l’irrigidimento della pellicola, compromettendo l’elasticità e la permeabilità. Nella gamma Rio Verde sono contemplate anche finiture della tradizione, vale a dire finiture a solvente basate su resine poliuretaniche.

Scegli la finitura per esterni che fa al caso tuo:

Finitura all'acqua Alta Resistenza UV

La Finitura all’acqua RK1000 è una vernice per legno ad alta resistenza UV

BONUS Razionalizzazione dei prodotti vernicianti per esterni

Il Comitato europeo per la normazione (CEN) ha tracciato un sistema per armonizzare i prodotti vernicianti per esterni sulla base di questi parametri:

  • lo spessore prodotto (build)
  • la trasparenza
  • la brillantezza (gloss)

Questa razionalizzazione è contenuta nella norma EN 927-1 del 2013 (Prodotti e cicli di verniciatura per legno per impieghi esterni – Classificazione e selezione) che definisce 4 livelli per lo spessore, 3 per la trasparenza e 5per la brillantezza. In tal modo, un prodotto verniciante per esterni può essere teoricamente inquadrato in modo univoco in una delle sessanta possibilità offerte da questo schematismo.

Prodotti speciali

Cere

Le cere Rio Verde sono costituite da dispersioni di cere sintetiche e naturali in acqua. Specifica del trattamento a cera è quella di non formare una pellicola continuo sulla superficie del legno, esaltando l’aspetto naturale. La protezione deve essere ripetuta nel tempo (mantenimento). Prima dell’applicazione della cera è consigliato ottenere una superficie lignea piana e omogenea. Le cere sono soprattutto applicate per le pavimentazioni in legno (cere per parquet all’interno, cere per decking in esterno), ma possono essere utilizzate anche per la finitura di mobili che riproducono lo “stile”antico (es.l’arte povera) . L’impatto estetico delle superfici d’arredo rifinite con cera è molto apprezzato in quanto tendono a esaltare la naturalezza del legno.

Scegli la cera che fa al caso tuo:

Cera all'acqua per parquet

Cera all’acqua per parquet

Oli

Gli oli della gamma Rio Verde sono dispersi in acqua. Gli oli non formano una pellicola superficiale, ma generano una specie di impregnazione del legno, mantenendo l’aspetto naturale. Anche per questo sono molto apprezzati nell’arredo. La serie RO30xx presenta colorazioni iridescenti di tendenza. La serie RK10xx è estremamente efficace sulle pavimentazioni esterne (decking, bordopiscina, etc.).

Scegli l’olio che fa al caso tuo: