10 idee creative usando il legno e la vernice per colorare il legno

18 luglio 2017

Vernice per colorare il legno, fantasia e buona volontà per trasformare la nostra casa

Oggi la creatività ha bussato alla nostra porta, proponendoci nuovi progetti da realizzare con legno e vernice. Alcuni li abbiamo provati per voi.

Vi proponiamo dunque 10 possibili creazioni fai da te semplici e veloci, che trasformeranno il vostro arredamento rendendolo unico e caratteristico. Armiamoci quindi di legno, vernice per colorare il legno e tanta buona volontà! Dal giardino all’ingresso, dal soggiorno alla camera da letto, ogni ambiente sarà sfiorato dal nostro tocco magico (si spera).

Come facciamo sempre, riutilizziamo per quanto ci è possibile il legno “vecchio”. Le nostre cantine e soffitte ne saranno piene.

  1. Appendiabiti per l’ingresso

Cosa ci occorre:

Si tratta di un intervento molto semplice, ma di sicuro effetto. Prima di tutto selezioniamo una vecchia tavola in legno (a dire il vero ne prendiamo due, poi capirete il perché) e la tagliamo della lunghezza desiderata. Eseguiamo poi il consueto intervento di pulizia e di eventuale rimozione dei prodotti presenti sulla superficie.

Quindi, con una rapida operazione di spazzolatura, esasperiamo le venature già evidenti sulla tavola. Per procedere nell’operazione, usiamo la spazzola con le setole in ferro, con la quale grattiamo la superficie lignea seguendo la venatura.

Una volta terminata l’operazione, passiamo la finitura trasparente opaca all’acqua della linea Rio Verde, una vernice per il legno che ci permette di esaltarne il colore naturale e la  venatura.

Di seguito, applichiamo sui quattro spigoli le staffe in metallo lucido, aiutandoci con un avvitatore; quindi inseriamo le barre tonde in metallo seguendo una disposizione lineare. Infine, fissiamo alla parete il nostro appendiabiti con viti a stop.

Beh, l’effetto non è niente male. Ma già che ci siamo, che ne dite di continuare a sperimentare?

  1. Pouff per il salotto 

    vernice per colorare il legno in salotto

    La barrique divernterà un pouff e non solo

Cosa ci occorre:

Per il nostro pouff abbiamo scovato una fantastica botte panciuta. La dividiamo con attenzione per stabilire l’altezza adeguata, quindi ne ripuliamo con cura sia l’esterno, sia l’interno (usiamo la carta vetrata e un morbido panno in cotone).

Per rifinirla, utilizziamo il fondo finitura all’acqua lucido della linea Rio Verde, una vernice per proteggere il legno da graffi, urti e abrasioni oltre a nobilitarne l’aspetto.

Una volta asciutto, applichiamo la base in vetro in modo da creare un punto d’appoggio solido per le gambe. Tocco finale, un bel cuscino morbido del nostro colore preferito! 

  1. Mensole per il salotto

 Per le nostre mensole portaoggetti ci occorrono:

Abbiamo trovato una fantastica scala in una cantina polverosa. Si tratta di una vecchia scala in legno chiaro, a tratti anche un po’ smangiucchiata dai tarli, ma che non esistiamo a ripristinare e riadattare come mensola.

Ripuliamo con la carta vetrata a grana fine e quindi utilizziamo un prodotto di supporto, il preservante antitarlo e antitermite Rio Verde, che permette di assicurarci una protezione adeguata e sicura contro i funghi dell’azzurramento e della marcescenza, i tarli del legno e le termiti.

Provvediamo di seguito a stendere l’impregnante. Una volta asciutta, appendiamo in orizzontale la nostra scala, che anche senza alcun oggetto a ornamento è un piccolo gioiello.

vernice per colorare il legno di una scala

La scala come una fantastica mensola

  1. Porta barattoli per la cucina

E ora dritti in cucina, dove ci impegniamo a realizzare un comodo porta barattoli da attaccare al muro, oppure da appoggiare sul piano di lavoro.

Cosa ci occorre:

Per questa lavorazione, abbiamo acquistato un pallet di piccole dimensioni. Abbiamo scelto il pallet perché la sua struttura è di per sé una griglia e dunque possiamo facilmente ricavare il nostro porta barattoli, aggiungendovi una base d’appoggio.

Iniziamo tagliando una sezione del bancale per ricavare l’intera struttura del porta barattoli, quindi tagliamo un’asse da applicare come chiusura. Assicuriamo infine il tutto con dei chiodi.

Assemblato il porta barattoli, levighiamo completamente affinché la superficie risulti liscia al tatto. Stendiamo quindi una mano d’impregnante, una vernice per proteggere e preparare il legno alla successiva finitura.

Per completare l’opera, applichiamo una finitura trasparente opaca: in questo modo impreziosiamo la nostra realizzazione e allo stesso tempo la proteggiamo da urti e abrasioni.

  1. Mensole-comodino

Ci spostiamo ora nella zona notte, dove non abbiamo abbastanza spazio per mettere dei comodini accanto al letto matrimoniale. Ma la necessità, come si dice, aiuta ad affinare l’ingegno.

Cosa ci occorre

Ricordate la tavola usata per l’attaccapanni nell’ingresso? Ecco perché ne abbiamo prese due.

Utilizziamo ora la seconda tavola, tagliandola in quattro parti, in due coppie della stessa lunghezza. Puliamo e spazzoliamo le superfici come fatto in precedenza. Per trattare il nostro legno in questo caso utilizziamo l’olio decorativo due in uno Rio Verde, un prodotto che protegge, nobilita e garantisce grande resistenza agli urti e ai graffi.

Terminato il nostro piccolo capolavoro, fissiamo alla parete ad altezza comodino una prima sezione della tavola, quella più corta, con trapano e viti a stop; quindi spostandoci più in basso di circa 20 cm fissiamo anche la seconda sezione, quella più lunga.

vernice per colorare il legno

Mensole al posto dei comodini

  1. Cornice portafoto

Con due “quasi comodini” così non potevamo non completare l’opera con una cornice portafoto da appendere.

Cosa occorre:

Per questo intervento utilizziamo un vecchio setaccio per la sabbia, la cui rete metallica è ormai completamente strappata. Rimossi con cura gli ultimi lembi rimasti, carteggiamo con la carta vetrata a grana fine la circonferenza in legno e tinteggiamo con la finitura trasparente all’acqua. Quindi, applichiamo e lasciamo in rilievo dei chiodini sui bordi interni, grazie ai quali terremo tesi dei fili di spago spesso.

Per finire, scegliamo le nostre foto più belle e fissiamole con piccole mollettine.

  1. Testata del letto per la camera dei bambini

Per la camera delle piccole pesti realizziamo soluzioni piene di colore. L’impiego della vernice all’acqua per il legno Rio Verde ci consente di lavorare con la grande sicurezza di prodotti privi di sostanze pericolose.

Vogliamo realizzare una testata del letto con i colori e le onde del mare

vernice per colorare il legno in interno

Una camera a portata di bambino

Cosa ci occorre:

  • vecchia porta in legno
  • carta vetrata
  • pennello
  • strofinaccio
  • olio decorativo due in uno carta da zucchero
  • olio decorativo due in uno bianco

Per realizzare la testata, abbiamo utilizzato una vecchia porta in legno, completamente liscia priva di scanalature, forse in passato impiegata per chiudere una legnaia. Puliamo e carteggiamo con cura la superficie dalla quale avremo preventivamente eliminato cerniere ed elementi metallici. Valutiamo se, come nel caso della scala, risulti opportuno intervenire con prodotti di supporto come il preservante antitarlo e antitermite.

Riportato il legno al grezzo, applichiamo sulla superficie l’olio decorativo due in un uno color carta da zucchero. Stendiamo con il pennello il prodotto con cura sull’intera superficie. Una volta terminato, attendiamo circa 2 ore quindi con uno strofinaccio, applichiamo una seconda mano di olio decorativo questa volta di colore bianco. Eseguiamo con cura l’operazione in modo irregolare per ottenere un favoloso effetto mare sulla nostra testata.

  1. Contenitori per i giochi dei bambini

 Cosa ci occorre:

  • 4 cassette della frutta
  • carta vetrata a grana fine
  • smalti

Abbiamo comprato 4 cassette in legno molto simili a quelle utilizzate per la frutta.

Ora le levighiamo con cura per preparare la superficie alla finitura successiva, da realizzare con gli smalti della linea Rio Verde. Disponibili in diverse colorazioni e con formulazioni rigorosamente all’acqua, gli smalti Rio Verde sono sicuri e molto resistenti a urti, graffi e abrasioni. Una vernice per colorare il legno e insieme proteggerlo nel modo più efficace.

Una volta asciugato lo smalto, disponiamo le cassette in verticale, appoggiate sul fianco più corto; uniamole e fissiamole alla parete in modo che siano ben salde, a prova di bambino, ma sempre raggiungibili.

  1. Fioriera per il giardino

    vernice per colorare il legno in esterno

    La barrique diventa una fioriera

Le nostre scorribande creative terminano in giardino. Per la fioriera in legno, recuperiamo la parte restante della barrique usata per il pouff in salotto.

Cosa ci occorre:

Puliamo e levighiamo la barrique come nel precedente intervento, utilizzando la carta vetrata e un panno in cotone. Passiamo poi alla stesura dell’impregnante per assicurare la massima tenuta e protezione a un legno destinato all’esterno. Per completare il nostro intervento, applichiamo la finitura ad alta resistenza UV Defender, un prodotto in grado di garantire la massima protezione contro l’irraggiamento solare e l’umidità.

A fioriera terminata il pollice verde farà il resto.

  1. Altalena per il giardino o il terrazzo

Infine costruiamo un’altalena, ideale sia per dondolare in un giardino sia su un terrazzo.

Cosa occorre:

Dopo avere acquistato il pallet, lo levighiamo con cura per eliminare le asperità del legno superficiale. Passiamo poi una mano d’impregnante trasparente all’acqua per proteggere una superficie esposta all’aggressione degli agenti atmosferici. Completiamo il lavoro applicando una vernice per colorare il legno:  utilizziamo lo smalto satinato all’acqua della linea rio Verde, un prodotto con ottime doti di resistenza in esterno. 

A seconda del colore che più gradite potete applicare l’impregnante della tonalità corrispondente; otterrete una tonalità finale ancora più decisa.

A vernice essiccata, fissiamo ai lati le catene e assicuriamo al soffitto la struttura.

Dal momento che l’altalena può essere una coccola, specie nelle sere d’estate, gradita a grandi e piccini, con un bel cuscino si può accontentare anche l’utenza più esigente.

No comment so far