Targhette segna piante con tinte all’acqua per legno e flatting brillante!

22 aprile 2015

La primavera è una stagione meravigliosa! Il momento giusto per dedicare qualche ora al giardinaggio e alla semina di nuove piantine.

Per organizzare al meglio il nostro “angolo verde” abbiamo pensato di costruire delle colorate targhette segna piante.

Possiamo scegliere le tinte all’acqua per legno che più ci piacciono e garantire la durata delle targhette con il flatting brillante, un prodotto altamente impermeabilizzante e resistente, solitamente usato per la verniciatura delle barche e studiato per resistere  a climi marini e intemperie.

segnapiante1

MATERIALI:

segnapiante2

ATTREZZI:

  • metro
  • matita
  • righello
  • pennello
  • seghetto
  • tagliacornici
  • trapano
  • pennellino da pittura

segnapiante3

Livello di difficoltà: facile  

COME FARE: 

  • prendiamo il listello in legno e dividiamolo in 3 segmenti uguali. Aiutiamoci con un tagliacornici.
  • prendiamo le tavolette in legno e individuiamo il centro, tracciamo una linea verticale con la matita.
  • prendiamo le stecche di legno ottenute e misuriamo 10 cm a partire dall’estremità superiore.
  • appoggiamo la stecca sul retro della tavoletta in posizione centrale e perforiamo con il trapano.
  • inseriamo le viti per legno all’interno dei fori.
  • prendiamo le tinte all’acqua per legno e verniciamo per bene tavolette e stecche di legno ( noi abbiamo scelto i colori: giallo morbido, rosa antico e verde simpatia, ma ci sono molte altre tinte disponibili ).
  • lasciamo essiccare 5 ore.
  • prendiamo le targhette e scriviamo il nome della piantina corrispondente con lo smalto nero ( RL 2040).
  • lasciamo essiccare 12 ore.
  • prendiamo il flatting brillante (VB 3330) e verniciamo per bene le targhette, ci servirà per impermeabilizzarle e mantenerle intatte a lungo.
  • lasciamo essiccare 48 ore.

Voilà, le nostre targhette segna piante sono pronte per essere utilizzate.

segnapiante

Alla prossima settimana con il riciclo creativo e le vernici per legno di Rio Verde.

Giulia e Davide
blog@vernicirioverde.it
2015 © riproduzione riservata

No comment so far