I PIÙ ALTI GRATTACIELI IN LEGNO DEL MONDO? ECCOLI.

27 novembre 2018

Il legno è pronto a sostituire acciaio e cemento nella costruzione dei grattacieli. Ecco alcuni dei più imponenti grattacieli in legno

grattacieli in legno

Il legno si sta riappropriando del suo ruolo di materiale da costruzione. Le sue straordinarie proprietà meccaniche, unite a soluzioni all’avanguardia, hanno permesso ad architetti e ingegneri di tutto il mondo di riuscire a realizzare grattacieli in legno.

Grazie alla tecnologia dei pannelli in CLT (Cross Laminated Timber) e XLam, il legno può puntare in alto. Questi sistemi conferiscono al legno una migliore resistenza a flessione, trazione, compressione e taglio, consentendo così di potenziare notevolmente la resistenza strutturale di questo materiale. Da tutto ciò deriva una maggiore libertà progettuale per ingegneri e architetti.

I grattacieli in legno si preparano dunque a stabilire nuovi record di altezza.

 

Grattacieli in legno: costruzioni più sostenibili

grattacieli in legno

Costruire un grattacielo in legno significa abbattere le emissioni di carbone nell’atmosfera. Il legno è un materiale riciclabile e rinnovabile che può essere reimpiegato in numerosi modi. Inoltre, se la produzione del cemento richiede necessariamente formazione di CO2, il legno assorbe il diossido di carbonio trattenendolo al suo interno.  Un metro cubo di legno sottrae infatti una tonnellata di CO2 all’atmosfera.

Il legno è un materiale da costruzione competitivo non solo per la sua eco-sostenibilità. La sua leggerezza riduce il carico esercitato sulle fondamenta di un edificio, rendendolo più resistente alle sollecitazioni sismiche. I palazzi di legno vantano inoltre eccellenti qualità isolanti, consentono cioè di ottenere ottime performance energetiche, con conseguente risparmio economico.

 

Grattacieli in legno: gli edifici più alti del mondo

grattacieli in legno

Il legno ha già cominciato a modificare gli skyline di molte città in tutto il mondo.

Per il momento è Vancouver ad ospitare il grattacielo in legno più alto del mondo: il Brock Commons, una residenza per studenti della British Columbia University. Progettato da Acton Ostry Architects, questo edificio di 18 piani raggiunge i 53 metri di altezza e fornisce alloggio a 404 persone tra studenti, ricercatori e professori. Per la realizzazione di questa struttura, che prevede un sistema costruttivo misto, si stima siano stati impiegati complessivamente 2.233 metri cubi di legno.

Al secondo posto troviamo invece il Treet Block di Bergen, in Norvegia. Composto da 14 piani per un’altezza di 52,8 metri, il grattacielo norvegese è stato realizzato interamente in legno, non si tratta cioè di una struttura ibrida. Il legname e tutti gli altri materiali utilizzati per la sua costruzione sono stati ottenuti con pratiche sostenibili.

È Melbourne a detenere il record per il condominio in legno più alto al mondo, si tratta del Fortè Living. Il grattacielo in legno, alto 32 metri, è stato realizzato in poco meno di un anno, evidenziando le stupefacenti potenzialità del sistema costruttivo in legno. Costruito con legname certificato proveniente da coltivazioni di conifere locali, l’edificio è dotato di sistemi per il recupero delle acque piovane e coperture a verde pensile.

Anche Londra può vantare un edificio residenziale in legno: il Murray Grove, un palazzo di legno di 9 piani progettato da Waugh Thistleton Architects. L’utilizzo di moduli tridimensionali prefabbricati ha ridotto drasticamente i tempi di lavorazione, l’intera struttura è stata infatti montata nell’arco di nove settimane.

 

Grattacieli in legno: le nuove sfide

grattacieli in legno

L’architettura ha accettato nuove, incredibili sfide per quanto riguarda la costruzione di grattacieli in legno. Sono molti i progetti ambiziosi che puntano a battere ogni record di altezza. È il caso dell’Hoho di Vienna, attualmente in costruzione, un edificio di 84 metri di altezza progettato da RLP Rudiger Lainer + Partner che sarà costituito al 75% di legno.

Pronta a competere per il record di altezza è la Mjøsa Tower. La torre norvegese, la cui costruzione sarà terminata a marzo 2019, conterà 18 piani e un’altezza di 85,4 metri.

Sembra però che sarà il progetto W350 a ridefinire i criteri di altezza dei grattacieli in legno. In Giappone, la Sumitomo Forestry Co. ha infatti presentato il progetto di grattacielo che, se verrà realizzato, diventerà l’edificio in legno più alto mai costruito, con un’altezza di 350 metri. Il grattacielo sarà costituito al 90% di legno e si estenderà in altezza per 70 piani. Per costruirlo saranno necessari circa 185.000 metri cubi di legname e una superficie complessiva della base di 6.500 metri quadri.

Considerando la quantità e l’eccezionalità dei progetti di grattacieli in legno che potrebbero vedere la luce, il più antico materiale da costruzione avrà ancora modo di esprimere le sue potenzialità.

No comment so far