ALLUMINIO CARBON-FREE: PRODURRE IN MODO PIÙ ECOLOGICO UN MATERIALE INSOSTITUIBILE

8 gennaio 2019

Stiamo per assistere a una rivoluzione nel metodo di produzione dell’alluminio

alluminio carbon-free

Quella annunciata da Alcoa e Rio Tinto è l’innovazione più significativa nel settore dell’alluminio in oltre un secolo.

L’alluminio è da sempre un materiale insostituibile grazie alla sue caratteristiche che lo rendono impiegabile in moltissimi settori. Leggero, facilmente lavorabile e incredibilmente resistente alla corrosione atmosferica e alle esposizioni marine, l’alluminio sta per compiere un enorme passo verso la sostenibilità: presto sarà possibile produrlo senza emissioni di anidride carbonica.

Alcoa e Rio Tinto, due giganti dell’alluminio, hanno infatti sviluppato un nuovo processo di fusione che produce ossigeno e cancella le emissioni di gas serra. Produrre alluminio carbon-free significa dunque abbattere le emissioni di CO2, responsabili del surriscaldamento globale.

 

Alluminio carbon-free: le aziende coinvolte

alluminio carbon-free

I due colossi dell’alluminio hanno creato una joint venture, chiamata Elysis, il cui obiettivo sarà quello di promuovere lo sviluppo e la commercializzazione su larga sala del processo di produzione dell’alluminio carbon-free.

C’è ancora molto lavoro da fare per mettere a punto il nuovo processo, ma la commercializzazione della tecnologia è prevista per il 2024.

Lo sviluppo della tecnologia comporterà un investimento di circa 43 milioni di dollari da parte di Alcoa e Rio Tinto, oltre i 47 milioni di dollari finanziari dal Canada e dalla regione del Quebec. Anche Apple è coinvolta nell’investimento: l’azienda fornirà 10 milioni di dollari e il supporto tecnico necessario.

 

Alluminio carbon-free: il progetto

alluminio carbon-free

L’alluminio carbon-free è frutto dell’impegno degli ingegneri Alcoa che hanno richiesto la partecipazione di nuovi partner per dimezzare i tempi di messa a punto del progetto.

Alcoa ha sviluppato un processo che sostituisce il carbonio impiegato nella fusione tradizionale con un materiale conduttivo evoluto che rilascia ossigeno durante le fasi di produzione del metallo. Il processo sviluppato da Alcoa elimina dunque l’emissione di gas serra, principali responsabili del riscaldamento globale.

 

Alluminio: un metallo green

alluminio carbon-free

Già prima dello sviluppo della nuova tecnologia Alcoa, l’alluminio era considerato un materiale “verde”. Da tempo, il ciclo di produzione di questo metallo era stato reso meno costoso e più ecologico grazie all’utilizzo di alluminio riciclato. Ora questa nuova scoperta potrebbe ridurne ulteriormente l’impatto sull’ambiente.

Attualmente, la produzione dell’alluminio incide per l’1% sulle emissioni globali totali di anidride carbonica. Portare a 0 queste emissioni costituirà un grande passo avanti per i processi industriali ecologici e permetterà di rendere più sostenibili moltissimi comparti: dal settore automobilistico a quello dell’edilizia passando dall’elettronica di consumo.

Grazie all’alluminio carbon-free l’intero settore industriale vivrà uno dei più grandi e importanti cambiamenti della storia.

No comment so far